IL MEDAGLIERE

 

 

         


CON IL "GLORIOSO TERZO" DAL SUO ARRIVO IN SARDEGNA

18 GIUGNO

1836-2018: 182 ANNI DI STORIA E AVERE SEMPRE VENT'ANNI. AUGURI BERSAGLIERI!
Con un pensiero particolare rivolto ai bersaglieri del Glorioso TERZO in servizio in Patria e all'estero

LA MISSIONE DI ASSISTENZA E SUPPORTO DEI BERSAGLIERI DEL GLORIOSO TERZO IN LIBIA

MISURATA, 28 APRILE 2018 - Continua nel più assoluto riserbo la missione di assistenza e supporto affidata ai bersaglieri del Glorioso TERZO che dal 14 febbraio scorso hanno assunto la responsabilità della Task Force Ippocrate, confluita nell’ambito della Missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia (MIASIT). I Bersaglieri della Brigata SASSARI, al comando del Colonnello Gabriele Cosimo Garau, tra i vari compiti loro assegnati, forniscono assistenza e supporto sanitario, unità con compiti di force protection alla struttura ospedaliera campale militare interforze che supporta l’ospedale civile di Misurata e collaborano alla realizzazione di progetti bilaterali  tra Libia e Italia.
La MIASIT ha avuto inizio a gennaio 2018. L’obiettivo è quello di rendere l’azione di assistenza e supporto maggiormente incisiva ed efficace, sostenendo le autorità libiche nell’azione di pacificazione e stabilizzazione del Paese e nel rafforzamento delle attività di controllo e contrasto dell’immigrazione illegale, dei traffici illegali e delle minacce alla sicurezza, in armonia con le linee di intervento decise dalle Nazioni Unite.

 DA DOLIANOVA ALL'AFRICA L'ABBRACCIO DELLA SARDEGNA AL GLORIOSO TERZO

DOLIANOVA, 18 MARZO 2018 - Durante lo svolgimento a Dolianova del concerto della ricostituita Fanfara Bersaglieri "Pasquale Russo" della locale Sezione dell'Associazione Nazionale Bersaglieri per rendere omaggio ai Caduti della Grande Guerra, un collegamento via web ha permesso anche ai bersaglieri del Glorioso TERZO, attualmente impegnati nella Missione Ippocrate, di seguire i brani dedicati al loro reggimento. Con "Inno al TERZO" e "Carettiana" è arrivato ai bersaglieri in missione l'abbraccio di Dolianova e dell'intera Sardegna e la riconoscenza per il loro impegno nel fornire assistenza e supporto al Governo di Accordo nazionale libico e aiuto sanitario e umanitario alla popolazione.
Al concerto, diretto dai Capi Fanfara Alberto Cugia, Giordano Casu e Mattia Sotgiu, ha assistito un numeroso pubblico col sindaco di Dolianova, Ivan Piras e tanti bersaglieri in congedo. Tra di loro il 28° Comandante della Brigata SASSARI, Gen. Nicolò Manca, il 78° Comandante della Brigata PINEROLO e 64° del Glorioso TERZO,  Gen. Antonio Murgolo e il Gen. Giorgio Fontana, già Comandante del 1° Reggimento Corazzato.

BRIGATA SASSARI: TERZO BERSAGLIERI ALLA GUIDA DELLA TASK FORCE IPPOCRATE

MISURATA, 14 FEBBRAIO 2018 - Si è svolta ieri la cerimonia di passaggio di responsabilità della Task Force Ippocrate, confluita nell’ambito della Missione bilaterale di assistenza e supporto in Libia (MIASIT), tra il Col. Marco Iovinelli ed il subentrante Col. Gabriele Cosimo Garau. L’evento si è svolto alla presenza del Comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI), Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone e di numerose Autorità Civili e Militari.
L’Ammiraglio Cavo Dragone, durante il suo intervento, ha voluto ringraziare le numerose Autorità Civili e Militari libiche per il sostegno fornito a tutto il personale del Field Hospital nel corso delle delicate fasi del mandato, ha rimarcato l’operato dei medici italiani che, in stretta collaborazione con i colleghi ed amici libici, sono riusciti con la consueta generosità e professionalità ad alleviare le sofferenze dei circa 12.500 pazienti trattati nella struttura ospedaliera e nel corso delle numerose attività ambulatoriali anche all’esterno dell’ospedale da campo, rafforzando il già forte legame con la popolazione libica ed ancora di più l’immagine delle Forze Armate italiane.
fonte: www.difesa.it

CONSEGNATI AL TERZO BERSAGLIERI I PRIMI ESEMPLARI DI VBM 8x8 FRECCIA

CAPO TEULADA, 6 GENNAIO 2018 - Sono entrati in servizio al TERZO Bersaglieri i primi esemplari del Veicolo Blindato Medio (VBM) 8x8 Freccia, realizzato dalla CIO - Società Consortile Iveco-OTO Melara. Il VBM Freccia è un mezzo da trasporto truppe derivato dalla blindo Centauro, dotato di torretta OTO Melara, trasporta otto fanti completamente equipaggiati e tre uomini di equipaggio.
Si tratta del primo veicolo interamente digitalizzato, dotato di apparati che gli permettono di essere il fulcro delle connessioni tra soldati, piattaforme robotiche aero-terrestri e sistemi di comando e controllo per rispondere alle nuove funzioni di esplorazione e ricognizione (RSTA - Reconnaissance, Surveillance and Target Acquisition) affidate alle unità terrestri. I primi esemplari di Freccia erano entrati in servizio nel 2009. Nella foto: il Freccia nella mostra statica allestita all'aerocampo di Capo Teulada in occasione della commemorazione del 75° anniversario della Battaglia di Natale.

3° BERSAGLIERI COMMEMORA 75° ANNIVERSARIO BATTAGLIA NATALE

CAPO TEULADA, 21 DICEMBRE 2017 - Il TERZO Bersaglieri ha commemorato oggi il 75° anniversario della Battaglia di Natale (Fronte russo 25-31 Dicembre 1941) nell'aerocampo della Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada, sede del Reggimento dal 1 Dicembre 2009, momento della sua assegnazione alla Brigata SASSARI. La cerimonia è stata dedicata alla memoria di tutti i Caduti del Reggimento e al Magg. Giuseppe La Rosa, ufficiale del TERZO assegnato al Military Advisory Team del Regional Command West caduto in combattimento l'8 Giugno 2013 in Afghanistan.
I fatti storici sono stati rievocati dall'83° Comandante del TERZO, Col. Gabriele Cosimo Garau, anche attraverso la proiezione di filmati girati durante la Campagna di Russia. Un altro filmato ha, invece, illustrato le ultime recenti attività del Glorioso TERZO che proprio nei giorni scorsi ha concluso un campo d'arma di un mese durante il quale è stata testata e massimizzata l’efficienza operativa dei bersaglieri per raggiungere la preparazione specifica per l’impiego nelle prossime missioni nazionali ed internazionali.
Il cappellano militare don Giancarlo Caria ha celebrato la Messa tenendo davanti a se l'altare da campo che fu di don Giovanni Mazzoni, il cappellano del TERZO due volte decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare, caduto a Petropawlovka il 25 dicembre 1941 mentre tentava di portare al riparo dal fuoco nemico un bersagliere ferito.
La commemorazione, caratterizzata dalle musiche della Banda della Brigata SASSARI, si è conclusa con la visita alla mostra statica dei mezzi in dotazione al reggimento e a una selezione dei cimeli del TERZO Bersaglieri trasferiti per l'occasione nell'hangar dell'aerocampo. Il Museo Storico raccoglie i cimeli del Reggimento dal 1861, anno di costituzione del Reparto, e si è arricchito un anno fa della divisa di gala del Col. Aminto Caretto donata al Glorioso TERZO per volontà della vedova del Comandante caduto in Russia.
La Bandiera di Guerra del TERZO Bersaglieri è decorata di una Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia, un Ordine Militare d'Italia, tre Medaglie d'Oro al Valor Militare, tre Medaglie d'Argento al Valor Militare, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare, una Medaglia di Bronzo al Merito Civile, una Medaglia d'Argento al Valore dell'Esercito.

 I VIDEO
 
1

 
2

 
3

CONCLUSO CAMPO D'ARMA 3° BERSAGLIERI

SASSARI, 21 DICEMBRE 2017 - Si è concluso nei giorni scorsi con una complessa esercitazione, un lungo ed inteso periodo addestrativo svolto dal 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI. L’unità ha infatti terminato la fase di approntamento, svolta con lo scopo di testare e massimizzare l’efficienza operativa dei bersaglieri finalizzata al raggiungimento della preparazione specifica per l’impiego nelle missioni nazionali ed internazionali che le verranno assegnate.
Il campo d’arma, durato circa un mese, ha consentito lo svolgimento di un addestramento mirato alle possibili situazioni complesse e delicate di uno scenario operativo, simulando con attività specifiche e grazie all’impiego della tecnologia, le azioni volte al mantenimento e al raggiungimento della stabilità in un'area di crisi. L'attività inoltre, ha avuto lo scopo di testare ulteriormente le capacità di comando, controllo e coordinamento tra i bersaglieri del Glorioso TERZO e altri assetti specialistici in concorso da altri reparti dell'Esercito, come il Gruppo Cinofili “K9” di Grosseto e unità del Centro d'Eccellenza Counter IED.
L’impegno appena terminato dal 3° Bersaglieri, costituisce la fase conclusiva del recente percorso addestrativo svolto da tutti i reparti della Brigata SASSARI.
COMANDO BRIGATA SASSARI
SEZIONE PUBBLICA INFORMAZIONE

TEN. COL. ALESSANDRO LATINO NUOVO COMANDANTE XVIII BTG "POGGIO SCANNO"

CAPO TEULADA, 22 SETTEMBRE 2017 - Il Tenente Colonnello Alessandro Latino è il nuovo comandante del XVIII Battaglione "Poggio Scanno" del 3° Reggimento Bersaglieri. L'avvicendamento col predecessore Ten. Col. Marco Pelliccioni, è avvenuto durante una cerimonia, presieduta dall'83° Comandante del Glorioso TERZO, Col. Gabriele Cosimo Garau, nella Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada, alla presenza dei Gonfaloni e dei sindaci del Comuni di Sant'Anna Arresi e Teulada, autorità militari e civili del Basso Sulcis.
Nell'allocuzione pronunciata prima di cedere il comando, assunto un anno fa a Roma dove il XVIII "Poggio Scanno" era schierato per l'operazione "Strade Sicure", il Ten. Col. Pelliccioni ha ricordato l'intensa attività svolta dai bersaglieri nell'ultimo anno: addestramento, esercitazioni e nuovo impiego a Napoli sempre per "Strade Sicure". Pelliccioni ha elogiato i suoi bersaglieri per l'alta professionalità che ha portato anche alla conquista del terzo posto nel Trofeo Capo di SME e ha ricordato con orgoglio che la Bandiera di Guerra del Glorioso TERZO è sfilata il 2 giugno in via del Fori Imperiali con la 2a compagnia. Il Glorioso TERZO ha 156 anni di storia che coincide con quella dell'Italia unita e vanta la Bandiera di Guerra più decorata di tutte le Forze Armate italiane: due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile. Dal 1 Dicembre 2009 il TERZO Bersaglieri è entrato a far parte della Brigata SASSARI.
Il Ten. Col. Marco Pelliccioni è stato destinato dallo Stato Maggiore Esercito al comando di Battaglione del reggimento addestramento volontari (RAV) di Capua. Il Ten. Col. Alessandro Latino proviene dallo Stato Maggiore Esercito e a lui spetterà il compito di guidare il XVIII Battaglione "Poggio Scanno" nei nuovi futuri e numerosi impegni addestrativi e operativi. Nelle foto lo vediamo durante la cerimonia e dopo il passaggio della "stecca" da parte del predecessore.

IL VIDEO COMPLETO SULLA CERIMONIA
 

le foto

7° MEMORIAL "SILVIO OLLA" AL 3° BERSAGLIERI CHE BATTE AI RIGORI IL 152°

 la formazione del 3° reggimento bersaglieri  che si è aggiudicata il 7° memorial olla
  con l'83° comandante del glorioso terzo, col. gabriele cosimo garau, e il sottufficiale di corpo massimiliano sabeddu

SANT'ANTIOCO, 20 SETTEMBRE 2017 - Battendo ai rigori il 152° Reggimento fanteria "Sassari", il 3° Reggimento Bersaglieri si è aggiudicato la settima edizione del Memorial "Silvio Olla", il torneo di calcio, organizzato dall'assessorato allo sport di Sant'Antioco, dedicato al maresciallo del 151° caduto a Nassiriya nell'attentato terroristico del 12 novembre 2003. Nella finale per il terzo e quarto posto il 5° Reggimento Genio Guastatori di stanza a Macomer, vincitore della quinta edizione del Memorial "Silvio Olla", si è imposto sul 151° Reggimento Fanteria "Sassari", vincitore di quattro delle sette edizioni finora disputate.
Recentemente rientrato dal Libano del Sud, dove ha partecipato alla solenne cerimonia di gemellaggio tra la sua città e la municipalità di Tiro patrocinato dal generale Francesco Olla, attuale comandante del settore ovest della missione UNIFIL, il sindaco di Sant'Antioco Ignazio Locci ha premiato la squadra vincitrice assieme col padre di Silvio, Ruggero Olla.
Il 19, prima dell'inizio del torneo, i partecipanti avevano reso omaggio al Caduto, deponendo una corona sulle note dell'Inno del Piave e del silenzio eseguiti dalla Banda della Brigata SASSARI, che ha aperto anche la manifestazione sportiva con Dimonios, l'inno della Brigata.

AVVICENDAMENTO AL COMANDO DEL 3° REGGIMENTO BERSAGLIERI

CAPO TEULADA, 14 LUGLIO 2017 - Il Colonnello Gabriele Cosimo Garau è diventato oggi l'83° Comandante del 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI. La cerimonia di avvicendamento col predecessore Massimo Pecchinotti si è svolta nella Caserma "Salvatore Pisano" ed è stata presieduta dal comandante della SASSARI, Gen. Gianluca Carai, alla presenza di tutti i comandanti dei reparti della Brigata, di autorità militari e civili e dei Gonfaloni dei Comuni del Basso Sulcis. Prima di pronunciare la formula di riconoscimento che ha sancito il passaggio della Bandiera di Guerra del TERZO Bersaglieri, decorata di due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro, tre d'Argento e tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare, una Medaglia d'Argento al Valore dell'Esercito ed una di Bronzo al Merito Civile, alla custodia del Col. Garau, l'82° Comandante ha tracciato il bilancio dei quasi tre anni intensissimi al comando del Glorioso TERZO. Anni, ha sottolineato il Col. Pecchinotti, che hanno visto l'ulteriore intensificazione dell'addestramento, la partecipazione a esercitazioni dell'Alleanza Atlantica, la proiezione dei bersaglieri sassarini in operazioni in patria ("Strade Sicure") e all'estero (Corno d'Africa e Medio Oriente). Il Col. Pecchinotti ha poi ricordato la partecipazione del Glorioso TERZO alla Parata del 2 Giugno, una edizione "storica" per la Brigata SASSARI che oltre alla Bandiera del TERZO, la più decorata delle Forze Armate italiane, era rappresentata anche da quella del 152° Reggimento Fanteria "Sassari" la cui compagnia d'onore ha sfilato in uniforme storica preceduta dalla Banda.
Il Colonnello Garau, originario di Tonara, ha 46 anni e in carriera ha svolto tutti gli incarichi di comando in reparti bersaglieri e di staff allo Stato Maggiore dell'Esercito. Ha partecipato a missioni in Bosnia Erzegovina, Albania, Macedonia, e Kosovo, all’Operazione “Iraqi Freedom” in Iraq e alla missione UNIFIL in Libano con l’11° Reggimento Bersaglieri. Nel 2007 è stato insignito della Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito.

GLI ONORI ALLA BANDIERA DI GUERRA

LA FORMULA DI RICONOSCIMENTO
  

IL VIDEO COMPLETO SULLA CERIMONIA
 

18 GIUGNO

1836-2017: 181 ANNI DI STORIA E AVERE SEMPRE VENT'ANNI. AUGURI BERSAGLIERI!
Con un pensiero particolare rivolto ai bersaglieri del Glorioso TERZO in servizio in Patria e all'estero.

2 GIUGNO: PROVE A GUIDONIA, PASSA IL TERZO PAGINA SPECIALE
 

GUIDONIA, 26 MAGGIO 2017 - Nell'aeroporto militare di Guidonia sono in corso le prove per la Parata del 2 Giugno. Nel video il passaggio della Fanfara del 7° Reggimento Bersaglieri e della Compagnia d'onore del 3° Bersaglieri della Brigata SASSARI. Per la prima volta in assoluto in via dei Fori Imperiali saranno presenti due Bandiere di Guerra della SASSARI: quella del Glorioso TERZO, che con due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile è la più decorata delle Forze Armate Italiane, e quella del 152° Fanteria, decorata di un Ordine Militare d'Italia, due Medaglie d'Oro al Valor Militare e una Medaglia d'Oro al Valore dell'Esercito.

CON I BERSAGLIERI DEL TERZO A NAPOLI PAGINA SPECIALE

PATTUGLIA DEL 3° BERSAGLIERI BLOCCA BORSEGGIATORE A NAPOLI

NAPOLI, 19 APRILE 2017 - Militari dell'Esercito, impegnati nell'Operazione Strade Sicure, sono intervenuti in due distinte occasioni a Napoli consentendo l'arresto di due individui. Nelle prime ore dell'alba, nel centro antico, una pattuglia del 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI ha notato un giovane rincorso da un altro che chiedeva aiuto. I militari sono intervenuti e hanno bloccato il fuggitivo che aveva appena messo a segno un borseggio. Il fatto era avvenuto poco prima in Piazza Bellini dove due militari liberi dal servizio, un uomo ed una donna, seduti su di una panchina erano stati avvicinati dal giovane malvivente che repentinamente aveva strappato la borsa dalla spalla della donna trascinandola a terra. Il compagno della malcapitata si è precipitato a rincorrere il ladro attirando l'attenzione dei colleghi della pattuglia che si trovava a poca distanza. Il malvivente, un italiano di 26 anni, è stato consegnato ai Carabinieri, chiamati sul posto, ed è stato successivamente posto in arresto.
Poco più tardi, nei pressi di Piazza Garibaldi, i militari del Reggimento Cavalleggeri Guide (19°) hanno notato un ragazzo che aveva appena ceduto una bustina ad un giovane allontanatosi frettolosamente. I militari sono intervenuti ed hanno provveduto al fermo ed l'identificazione del sospetto, uno straniero di 30 anni, che è stato trovato in possesso di 18 grammi di Marijuana e 90 euro in contanti. L'uomo è stato successivamente arrestato dalla Polizia per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L'attività di presidio del territorio da parte dei militari dell'Esercito impegnati nell'Operazione Strade Sicure, continua senza sosta, al fianco delle Forze dell'Ordine, per incrementare il livello di sicurezza nelle città.

3° BERSAGLIERI: SORI LASCIA SERVIZIO, SABEDDU SOTTUFFICIALE CORPO

CAPO TEULADA, 27 GENNAIO 2017 - Il Primo Maresciallo Massimiliano Sabeddu è il nuovo sottufficiale di corpo del TERZO Bersaglieri della Brigata SASSARI: ha raccolto il "testimone" dal Luogotenente Roberto Sori che oggi ha lasciato il servizio attivo dopo sette lustri e un'ultima impegnativa missione all'estero. Al nuovo sottufficiale di corpo del Glorioso TERZO gli auguri del giornale della Famiglia Sassarina. A Roberto Sori un grande abbraccio e la nostra riconoscenza per il servizio prestato e per l'attenzione che ha sempre riservato al nostro giornale online. Nelle foto di Sebastiano Soggiu il passaggio di consegne tra Sori e Sabeddu e il saluto alla Bandiera di Guerra del TERZO Bersaglieri che con due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile è la più decorata delle Forze Armate Italiane.

 

3° BERSAGLIERI COMMEMORA 74° ANNIVERSARIO BATTAGLIA NATALE

CAPO TEULADA, 20 DICEMBRE 2016 - Il TERZO Bersaglieri ha commemorato oggi il 74° anniversario della Battaglia di Natale (Fronte russo 25-31 Dicembre 1941) nella Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada, sede del Reggimento dal 1 Dicembre 2009, momento della sua assegnazione alla Brigata SASSARI. La cerimonia è stata dedicata alla memoria di tutti i Caduti del Reggimento e al Magg. Giuseppe La Rosa, ufficiale del TERZO assegnato al Military Advisory Team del Regional Comand West caduto in combattimento l'8 Giugno 2013 in Afghanistan.
I fatti storici sono stati rievocati dall'82° Comandante del TERZO, Col. Massimo Pecchinotti, anche attraverso la proiezione di filmati girati durante la Campagna di Russia. Un altro filmato ha, invece, illustrato le ultime recenti attività del Glorioso TERZO che ha visto il proprio personale impegnato in Patria, in Medio Oriente e Africa. Durante la cerimonia il comandante della Brigata SASSARI, Gen. Arturo Nitti, ha consegnato al Sergente Maggiore Carlo Cadeddu la Meritorious Service Medal conferita dalla NATO per un'azione compiuta in Afghanistan. Il cappellano militare don Giancarlo Caria ha celebrato la Messa tenendo davanti a se l'altare da campo che fu di don Giovanni Mazzoni, il cappellano del TERZO due volte decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare, caduto a Petropawlovka il 25 dicembre 1941 mentre tentava di portare al riparo dal fuoco nemico un bersagliere ferito. La commemorazione si è conclusa con la visita al Museo Storico del TERZO Bersaglieri che raccoglie i cimeli del Reggimento dal 1861, anno di costituzione del Reparto, e si è recentemente arricchito della divisa di gala del Col. Aminto Caretto donata al Glorioso TERZO per volontà della vedova del Comandante caduto in Russia.
La Bandiera di Guerra del TERZO Bersaglieri è decorata di una Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia, un Ordine Militare d'Italia, tre Medaglie d'Oro al Valor Militare, tre Medaglie d'Argento al Valor Militare, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare, una Medaglia di Bronzo al Merito Civile, una Medaglia d'Argento al Valore dell'Esercito.

 

 

MILITARI ESERCITO ALBANESE SI ADDESTRANO CON IL TERZO BERSAGLIERI

​​​​CAPO TEULADA, DICEMBRE 2016 - Attività di pattugliamento, di interdizione e contro interdizione d’area, di osservazione ed acquisizione obiettivi, ma anche di reazione in risposta a particolari situazioni di crisi, anche mediante l’utilizzo del FATS (Fire Arms Training System), uno dei moderni sistemi di simulazione in uso al reggimento. Sono queste alcune tra le fasi salienti di un’importante attività addestrativa che i militari del 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI hanno condotto nei giorni scorsi nell poligono di Capo Teulada, insieme ad un contingente di militari dell’Esercito albanese.
L’attività addestrativa, tipica delle unità di fanteria, è frutto di un accordo bilaterale tra Albania e Italia che mira a implementare lo scambio di procedure tecnico-tattiche comuni ai due Eserciti che da tempo operano congiuntamente nelle missioni internazionali di pace all’estero. Nello stesso periodo una squadra di tiratori scelti del 3° Reggimento bersaglieri si è recata a Tirana, in Albania, dove insieme a un’unità di fanteria albanese si è addestrata nella condotta di attività addestrative tipiche delle unità “sniper”. Nell’occasione i militari delle due Forze Armate hanno potuto approfondire e scambiare le reciproche conoscenze in termini di procedure ed esperienze tattiche utilizzando le armi di precisione in uso nell’unità albanese.
fonte: comando forze operative sud

 

IN CASERMA CAPO TEULADA VIALE INTITOLATO A MOVM GIUSEPPE LA ROSA

CAPO TEULADA, 8 GIUGNO 2016 - E' stato intitolato al Maggiore Giuseppe La Rosa, Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria, il viale principale della Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada, sede del TERZO Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI, al quale apparteneva il Caduto, e del 1° Reggimento Corazzato. L'intitolazione, avvenuta a tre anni dalla morte dell'ufficiale, è avvenuta durante un'austera cerimonia militare, presieduta dal vice comandante del Comando Militare Autonomo della Sardegna, Gen. B Gianluca Giovannini alla presenza dei sindaci del territorio, del padre di Silvio Olla, Ruggero,  e delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma.
Schierati sul Viale Magg. Giuseppe La Rosa, la Banda della Brigata SASSARI e un Battaglione di formazione composto da una compagnia del 1° Corazzato e due del Glorioso TERZO. La figura del Caduto è stata ricordata dall'82° Comandante del TERZO, Col. Massimo Pecchinotti, che ha affermato che la Medaglia d'Oro La Rosa è stata oggi commemorata anche in ogni località dove sono schierati i suoi bersaglieri e i colleghi dei Reggimenti della SASSARI impegnati in Libano, nel Corno d'Africa, in Iraq e nella penisola per l'Operazione "Strade Sicure". Anche il Gen. Giovannini ha tratteggiato la figura di La Rosa ricordando che l'ufficiale del TERZO, impegnato nell’ambito di un team di supporto alle forze armate afghane, era stato fatto oggetto a Farah di un attentato terroristico durante un movimento logistico. Con un gesto eroico La Rosa fece scudo col proprio corpo agli altri componenti dell'equipaggio del Lince sul quale viaggiavano. Questa la motivazione della Medaglia d'Oro al Valor Militare. “Ufficiale dei bersaglieri, impegnato nella missione ISAF in Afghanistan, nell'ambito dei team militari di supporto alle Forze Armate Afghane, durante un movimento tattico logistico veniva fatto oggetto di un vile attentato terroristico. Con eroico gesto, dimostrando non comune coraggio, impareggiabile generosità e cosciente sprezzo del pericolo, si immolava ponendosi a scudo delle altrui vite, proteggendole con il proprio corpo dalla deflagrazione di un ordigno lanciato all'interno del veicolo nel quale viaggiava. Altissima testimonianza di nobili qualità umane ed eroiche virtù militari, spinte fino al supremo sacrificio”. Farah (Afghanistan), 8 giugno 2013.
FOTO DI SEBASTIANO SOGGIU

 

 

 

MONUMENTO A TORINO PER MEDAGLIA D'ORO GIUSEPPE LA ROSA

SASSARI, 22 APRILE 2016 - Ieri è stato inaugurato nell Complesso Infrastrutturale “Città di Torino”, un monumento dedicato al Maggiore Giuseppe La Rosa, Medaglia d’Oro al Valor Militare caduto in Afghanistan l’8 giugno 2013. Alla cerimonia erano presenti i familiari del militare, i vertici della Forza Armata ed i colleghi di corso del Maggiore La Rosa.
Giuseppe La Rosa, “Sassarino d’adozione” originario di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), trentenne all’epoca del tragico avvenimento, prestava servizio nei ranghi del 3° Reggimento bersaglieri di Capo Teulada in qualità di Ufficiale addetto alle Operazioni e all’Addestramento. Nel giugno del 2013, impegnato nell’ambito di un team di supporto alle forze armate afghane, veniva fatto oggetto di un vile attentato terroristico durante un movimento logistico. Con un gesto eroico si immolava ponendo il proprio corpo a scudo degli altri membri dell’equipaggio, proteggendoli di fatto dalle dirette conseguenze della tremenda deflagrazione.
La realizzazione del monumento, coordinata dal Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, è il frutto della spontanea gara di generosità fra associazioni d’arma, istituzioni e privati cittadini che con tenacia hanno sostenuto i costi di un’opera a ricordo della grandezza d’animo, del dimostrato coraggio e del valore di un “Eroe normale”.
Alla cerimonia ha preso parte il comandante per la formazione specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale di corpo d’armata Giorgio Battisti: “Il monumento inaugurato oggi vuole ricordare tutti i militari caduti per l’Italia in pace e in guerra”, ha affermato nel suo intervento il generale Battisti che, ricordando il Maggiore La Rosa, si è rivolto ai duecentotredici colleghi di corso dell’Ufficiale scomparso, tutti presenti, invitandoli ad una profonda riflessione sui valori che contraddistinguono la professione delle armi.
distaccamento comando brigata SASSARI
nucleo pubblica informazione

 

NUOVA MISSIONE IN AFRICA PER IL TERZO BERSAGLIERI

CAGLIARI, 8 APRILE 2016 - Il TERZO Bersaglieri torna di nuovo in Africa: una compagnia del Glorioso TERZO della Brigata SASSARI andrà a Gibuti, in Africa orientale, per garantire la sicurezza della base italiana di supporto logistico interforze alle missioni antipirateria "Atalanta" e "Ocean Shield". L'annuncio della prossima partenza è stato dato dal Gen. Arturo Nitti, 42° Comandante della SASSARI, in occasione della cerimonia di saluto ai Sassarini in partenza per la Missione Unifil in Libano del sud. Schierati con i fez carminio sul piazzale Col del Rosso della Caserma Monfenera accanto ai colleghi con i baschi blu dell'Onu, i bersaglieri sassarini hanno ricevuto il saluto del comandante del 2° FOD, Gen. CA Luigi Francesco De Leverano, che ha presieduto la cerimonia. Oltre a garantire la sicurezza della base, i bersaglieri del TERZO, efffettueranno attività di carattere addestrativo e formativo per le forze armate della Repubblica di Gibuti per la stabilizzazione della Somalia.
La prima missione a Gibuti era cominciata nel marzo del 2014 a 24 anni di distanza dalla Missione "Restore Hope" e "Ibis 2" della quale il TERZO era stato uno dei reparti di punta. Dopo Gibuti i bersaglieri si sono alternati in turni di servizio anche a Mogadiscio nella missione europea di formazione militare in Somalia (EUTM Somalia).

 

LA MADONNA DEL CAMMINO, PATRONA DEI BERSAGLIERI, IN MISSIONE A ERBIL

ERBIL (KURDISTAN IRACHENO), 13 FEBBRAIO 2016 - La Madonna del Cammino, patrona del Corpo dei Bersaglieri, è di nuovo in missione. La sacra icona è giunta in Iraq a protezione dei militari impegnati a Erbil nell'Operazione "Prima Parthica". L'immagine della Madonna del Cammino ha sempre accompagnato i Bersaglieri del Glorioso TERZO nelle operazioni fuori area. Nel 2014 era con i bersaglieri quando, a 22 anni di distanza dalla Missione "Restore Hope" e "Ibis 2", un plotone di 30 uomini ha garantito a Gibuti la sicurezza della base italiana di supporto logistico interforze alle missioni antipirateria "Atalanta" e "Ocean Shield". Nel 2015, sempre con i bersaglieri del TERZO, ha protetto i militari impegnati nella missione europea EUTM Somalia, per garantire la sicurezza della base realizzata nell'International Campus situato all’interno dell’aeroporto internazionale di Mogadiscio e partecipare alle attività per l'addestramento delle forze armate somale. Analogo il compito assegnato ai nostri militari nel Kurdistan itacheno.
Nei giorni scorsi ​il Comandante del Comando Operativo di vertice Interforze, il Generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini, ha visitato il contingente italiano nella Base di Erbil, dove ha partecipato a un briefing informativo di aggiornamento sulla situazione addestrativa in atto e sulle prossime evoluzioni di natura logistica, infrastrutturale e soprattutto operativa. Successivamente, il COM COI si è recato presso l’area addestrativa di Tiger Town dove i peshmerga curdi, addestrati dai militari italiani, hanno svolto una breve esercitazione di combattimento in area urbana eseguendo una serie di procedure sull’individuazione di ordigni esplosivi improvvisati, sul primo soccorso sanitario ai feriti e sull’irruzione in sicurezza all’interno delle abitazioni liberate dalla presenza nemica. Il Generale Bertolini, al termine della visita, ha espresso, a contingente riunito, ai trainers italiani l’apprezzamento per i risultati conseguiti nell’attività di addestramento a favore delle Forze di Sicurezza Curde come testimoniato dai numerosi attestati di stima e di gratitudine provenienti dagli altri partners della coalizione internazionale e dai rappresentanti delle Istituzioni del Kurdistan iracheno.

 

CROCE D'ORO MERITO ESERCITO ALL'80° COMANDANTE, COL. GIACINTO PARROTTA

CAGLIARI, 17 GENNAIO 2016 - L'80° Comandante del Glorioso TERZO, Col. Giacinto Parrotta, è stato insignito della Croce d'Oro al Merito dell'Esercito. La data del conferimento dell'onorificenza è il 18 Settembre 2013, ma la comunicazione ufficiale e la decorazione sono pervenute all'interessato il 15 Gennaio scorso. Questa la motivazione: "Comandante dell'Unità di Ricostruzione Provinciale di Herat, fornendo un costante e intelligente concorso alle istituzioni afghane nei settori dello 'sviluppo' e della 'funzionalità delle istituzioni governative' nell'intera provincia di Herat, riscuoteva unanimi consensi e il plauso delle Autorità afghane, governative, militari e civili, nazionali e straniere. In particolare, con somma perizia, seguiva in prima persona lo sviluppo dei lavori del terminal dell'aeroporto di Herat, consegnato, il 13 febbraio 2012, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni nazionali e locali. Fulgida figura di Comandante che ha contribuito a dare lustro e prestigio all'Esercito italiano. Herat (Afghanistan), ottobre 2011 - aprile 2012".
"Mi ha fatto un immenso piacere ricevere  la Croce d'Oro al Merito dell'Esercito per la mia ultima missione in Afghanistan - ha scritto il Col. Parrotta su Facebook -  e vorrei condividere questo momento con i bersaglieri del TERZO, veri protagonisti in terra afghana e artefici della rinascita del reggimento". nella foto: 5 aprile 2012 ore 04:25 - il col. giacinto parrotta saluta i familiari dei suoi bersaglieri al rientro dalla missione in afghanistan. nel riquadro, l'80° comandante del glorioso TERZO ripreso al momento del toa a herat dopo aver ricevuto la medaglia isaf e la medaglia bayal, la più importante decorazione afghana

 

COMMEMORATO DAL 3° BERSAGLIERI 73° ANNIVERSARIO BATTAGLIA NATALE

CAPO TEULADA, 17 DICEMBRE 2015 - Il Glorioso TERZO Bersaglieri ha commemorato oggi il 73° anniversario della Battaglia di Natale (Fronte russo 25-31 Dicembre 1941) nella Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada, sede del Reggimento dal 1 Dicembre 2009, momento della sua assegnazione alla Brigata SASSARI. La cerimonia è stata dedicata alla memoria del Magg. Giuseppe La Rosa, ufficiale del TERZO assegnato al Military Advisor Team del Regional Comand West caduto in combattimento l'8 Giugno 2013 in Afghanistan. I fatti storici sono stati rievocati dall'82° Comandante del TERZO, Col. Massimo Pecchinotti, anche attraverso la proiezione di un filmato con immagini dell'Istituto Luce girate durante la Campagna di Russia. Un altro filmato ha, invece, illustrato le ultime recenti attività del Glorioso TERZO che ha visto il proprio personale impegnato nella missione europea EUTM Somalia e protagonista dell'esercitazione NATO "Trident Juncture". Il cappellano militare don Giancarlo Caria ha celebrato la Messa tenendo davanti a se l'altare da campo che fu di don Giovanni Mazzoni, il cappellano del TERZO due volte decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare, caduto a Petropawlovka il 25 dicembre 1941 mentre tentava di portare al riparo dal fuoco nemico un bersagliere ferito. La commemorazione si è conclusa con la visita al Museo Storico del TERZO Bersaglieri che raccoglie i cimeli del Reggimento dal 1861, anno di costituzione del Reparto. La Bandiera di Guerra del Glorioso TERZO è decorata di due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile.

 

 

 

ESERCITAZIONE NATO "TRIDENT JUNCTURE 2015": IL GLORIOSO TERZO PROTAGONISTA




CAPO TEULADA, 6 NOVEMBRE 2015 - Anche la Brigata SASSARI ha partecipato all'esercitazione NATO "Trident Juncture 2015" che ha visto impegnati 36.000 militari di oltre 30 Nazioni alleate e partner dell'Alleanza Atlantica. Le attività addestrative si svolte in Italia, Portogallo, Spagna, Oceano Atlantico, Mar Mediterraneo, Canada, Norvegia, Germania, Belgio e Paesi Bassi (VEDI INFOGRAFICA). Lo scopo della "Trident Juncture 2015" era quello di testare le capacità operative della NATO in termini di coordinamento e cooperazione tra le forze armate dell'Allenza per essere in grado di affrontare in maniera appropriata le sfide attuali e future alla sicurezza. Più di 12 grandi organizzazioni internazionali, agenzie umanitarie e organizzazioni non governative hanno partecipato all'esercitazione, accogliendo l'invito della NATO ad un approcio globale e coeso ai temi della sicurezza.
Nell'area addestrativa di Capo Teulada, la Brigata SASSARI ha dato vita ad una brigata multinazionale composta da unità albanesi, statunitensi, austriache, tedesche e ungheresi impegnate, secondo il supposto tattico predisposto dal comando NATO JFC Brunssum, a fronteggiare una crisi internazionale, operando sotto mandato delle Nazioni Unite. Le attività addestrative sono culminate con un atto tattico, diretto dal Comandante della Brigata SASSARI Gen. Arturo Nitti, che ha simulato un intervento terrestre con il supporto di elicotteri dell'Esercito, di aerei AMX dell'Aeronautica Militare e con l'appoggio di una Brigata di Artiglieria che ha visto operare insieme un'unità italiana ed una statunitense. L'unità di manovra che ha condotta l'operazione principale era costituita da bersaglieri del Glorioso 3°  in cui era inserita, per la prima volta in una esercitazione internazionale, una compagnia dell'esercito albanese.

 

 

TEN. COL. PIETRO ROMEO AL COMANDO DEL XVIII BATTAGLIONE "POGGIO SCANNO"

CAPO TEULADA, 9 OTTOBRE 2015 - Il Tenente Colonnello Pietro Romeo è il nuovo comandante del XVIII Battaglione "Poggio Scanno" del 3° Reggimento Bersaglieri. L'avvicendamento col predecessore Ten. Col. Gianvito Tinelli, è avvenuto durante una cerimonia, presieduta dall'82° Comandante del Glorioso TERZO, Col. Massimo Pecchinotti, nella Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada. Nell'allocuzione pronunciata prima di cedere il comando assunto il 3 Ottobre 2014, il Ten. Col. Tinelli ha ricordato il lavoro svolto dal XVIII "Poggio Scanno" nell'ultimo anno che ha visto l'intensificazione dell'addestramento e la proiezione dei bersaglieri sassarini in operazioni in patria ("Strade Sicure"), all'estero (Corno d'Africa) e nella preparazione delle attività connesse al nuovo sistema integrato di addestramento terrestre (Siat).
Al termine della cerimonia con la quale il Ten. Col. Pietro Romeo ha assunto il comando del XVIII Battaglione "Poggio Scanno" del 3° Bersaglieri, il comandante cedente Gianvito Tinelli, seguendo una tradizione bersaglieresca, ha "passato la stecca" e il cordolino cremisi simbolo della posizione di comando al suo successore. Il XVIII Battaglione "Poggio Scanno" ha 154 anni di storia come il Glorioso TERZO che vanta la Bandiera di Guerra più decorata di tutte le Forze Armate italiane: due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile. Dal 1 Dicembre 2009 il TERZO Bersaglieri è entrato a far parte della Brigata SASSARI.

 

 

 

LE OTTAVE DI DON PEPPINO LINTAS DEDICATE AI BERSAGLIERI SASSARINI
(dalla raccolta di poesie di
SEBASTIANO SOGGIU)

 don peppino lintas, parrocco di cossoine, ha raccontato in ottave l'ingresso
del glorioso TERZO nella brigata SASSARI, la brigata "forza paris"

BERSAGLIERIS E BRIGATA "FORZA PARIS"
Sezis de su 'eranu su fiore
Bersaglieris frunidos de amistade
andende a sanare su dolore
inue b'ha bisonzu e poveltade
e cussu lu faghides cun amore
dende a su poveru una dignidade
azzendides una lughe in terra anzena
prò fagher de paghe una cadena

Cun sa Brigata gloriosa medagliada
hazis fattu cuntrattu solidale
prò tenner una terra vigilada
ue siat rapportu cordiale
puru si bos est ammanizzada
calchi risposta 'e zente ferale
eppedas coraggiu foltuna e vigore
fattendebos pinnigos cun onore

               
                    DON PEPPINO LINTAS

 

SOS BERSAGLIERIS
Sos Bersaglieris sunu in allegria
festeggian cun orgogliu sas medaglias
a issos nara grazie e no isbaglias
ca sun sos fortes de sa Porta Pia
chi hana affrontadu timore e tribulia
che messadores postos in sas raglias
alza sa fronte e fagheli onore
sun sos soldados de grande valore.

in s'animu sun ispigu è virtude
cun s'ideale è sa patria Italiana
zeltu issos no l'hana abbandonada
ma l'han servida arrischende salude
sun su faru chi dada a tottu lughe
cun s'eroismu chi l'hana affrontada
populu sardu tenedi fieru
sos Bersaglieris han sambene abberu.

sa Brigata los hada onorados
dendeli oghe onore rispettu
los hada accoltos cun grande affettu
Bersaglieris eroes medagliados
valorosos homines soldados
cun Enrico Toti in su pettu
Bersaglieris e Brigata a coro unidu
est sa memoria chi nos hat servidu

               
                    DON PEPPINO LINTAS

 

TUTTI RIENTRATI DALL'AFRICA ORIENTALE I BERSAGLIERI DEL 3°

CAPO TEULADA, 8 AGOSTO 2015 - Col rientro dell'ultimo contingente alla Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada, è finita la partecipazione del 3° Reggimento Bersaglieri alla missione europea  EUTM Somalia. I bersaglieri del Glorioso TERZO, dal febbraio scorso, avevano il compito di garantire la sicurezza ("force protection") degli istruttori e dei consiglieri che addestrano le forze armate somale e ne formano i vertici. I Bersaglieri del TERZO, inoltre, hanno garantito la sicurezza interna della base e di tutto il personale EUTM. La base è stata realizzata nell'International Campus situato all’interno dell’aeroporto internazionale di Mogadiscio.

 

WALTER MOLINO CAMPIONE ITALIANO MASTER 800 M

CASSINO, 5 LUGLIO 2015 - Il Sergente Maggiore Walter Molino (TERZO Bersaglieri) si è laureato Campione Italiano negli 800 metri ai campionati nazionali Master individuali su pista a Cassino. Molino, che nelle ultime due edizioni dei Campionati italiani si era aggiudicato la medaglia d'argento, ha corso gli 800 metri nel tempo di 2'11"22, precedendo sul traguardo Claudio Zoccarato (2'12"04) e Domenico Guzzo (2'13"75). Il neo campione italiano ha controllato gli avversari e li ha regolati con una volata bruciante. Ph courtesy FIDAL

 

 

GIUSEPPE LA ROSA (MOVM) RICORDATO A TEULADA A DUE ANNI DALLA MORTE

CAPO TEULADA, 8 GIUGNO 2015 - Il Maggiore Giuseppe La Rosa, Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria, è stato ricordato oggi a due anni dalla morte dai suoi colleghi con una messa di suffragio celebrata nella Chiesa "San Francesco" della Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada, sede del TERZO Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI. Ma Giuseppe La Rosa, come ha sottolineato l'82° Comandante del Glorioso TERZO, Col. Massimo Pecchinotti, è stato commemorato anche in ogni località dove sono schierati i suoi bersaglieri. Il TERZO, infatti, è attualmente impegnato con propri assetti nel Corno d'Africa, per la missione missione europea EUTM Somalia, e nella penisola per l'Operazione "Strade Sicure". Prima della Messa, celebrata dal cappellano militare don Giancarlo Caria, il Col. Pecchinotti ha datto lettura della motivazione della Medaglia d'Oro al Valor Militare alla Memoria concessa al Magg. La Rosa il 6 Febbraio 2014: "Ufficiale dei bersaglieri, impegnato nella missione ISAF in Afghanistan, nell'ambito dei team militari di supporto alle Forze Armate Afghane, durante un movimento tattico logistico veniva fatto oggetto di un vile attentato terroristico. Con eroico gesto, dimostrando non comune coraggio, impareggiabile generosità e cosciente sprezzo del pericolo, si immolava ponendosi a scudo delle altrui vite, proteggendole con il proprio corpo dalla deflagrazione di un ordigno lanciato all'interno del veicolo nel quale viaggiava. Altissima testimonianza di nobili qualità umane ed eroiche virtù militari, spinte fino al supremo sacrificio. Farah (Afghanistan), 8 giugno 2013".
Il Col. Maurizio Sulig, comandante del Military Advisory Team, la missione di addestratori della quale faceva parte La Rosa, al momento di lasciare l'Afghanistan, durante la posa di una targa sul nuraghe di Piazza Italia a Camp Arena, aveva scelto il poema per i Caduti del poeta britannico Laurence Binyon per ricordare il fratello in armi. E quelle parole le vogliamo ricordare anche oggi : "They went with songs to the battle, they were young. / Straight of limb, true of eyes, steady and aglow. / They were staunch to the end against odds uncounted, / They fell with their faces to the foe. / They shall grow not old, as we that are left grow old. / Age shall not weary them, nor the years condemn. / At the going down of the sun and in the morning, / We will remember them". [Laurence Binyon, 1914]
"Andarono in battaglia cantando / erano giovani. Forti, con occhi sinceri, costanti e ardenti. / Si sono battuti fino alla fine contro forze preponderanti e sono caduti guardando in faccia il nemico. / Non invecchieranno come noi che siamo ancora qui, / la vecchiaia non li piegherà, non peserà su di loro. / Quando il sole tramonta e al suo sorgere ci ricorderemo di loro".

 

STRADE SICURE: NAPOLI, BERSAGLIERI DEL TERZO SALVANO PASSANTE IN ARRESTO CARDIACO

NAPOLI, 5 MAGGIO 2015 - Ieri sera, nell’area di Piazza Garibaldi, davanti alla Stazione Napoli Centrale, un uomo di 67 anni, a causa di un improvviso malore, si è accasciato a terra perdendo i sensi. I Bersaglieri in servizio sono intervenuti prontamente per soccorrere il malcapitato che è andato in arresto cardiaco. Uno dei Bersaglieri ha praticato immediatamente il massaggio cardiaco, riuscendo a rianimare la persona e prestando la propria assistenza fino all'arrivo dei soccorsi.
 esercito italiano

 


MOGADISCIO,  9 APRILE 2015 - Continua il lavoro del contingente del 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI che partecipa alla missione europea EUTM Somalia. Nella pagina dedicata alla missione i i momenti di una cerimonia svoltasi alla presenza del comandante della missione  EUTM Somalia, Generale di Brigata Antonio Maggi, durante la quale sono stati issati i vessilli della Brigata SASSARI e del TERZO Bersaglieri, ricordato il Maggiore Medaglia d'Oro al Valor Militare alla Memoria Giuseppe La Rosa e  letta la Preghiera del Bersagliere. Il gen. Maggi, che ha assunto il comando della Missione EUTM Somalia l'8 marzo scorso, nel suo intervento ha ricordato i risultati finora conseguiti dalla missione europea di formazione militare grazie all'impegno profuso nel condurre tutte le attività assegnate. I bersaglieri del Glorioso TERZO garantiscono la sicurezza della base, di tutto il personale EUTM, degli istruttori e dei consiglieri che addestrano le forze armate somale e ne formano i vertici.

L'immagine della Madonna del Cammino accompagna di nuovo in Africa i nostri bersaglieri.  Lo aveva già fatto l'anno scorso quando, a 22 anni di distanza dalla Missione "Restore Hope" e "Ibis 2", un plotone di 30 uomini del Glorioso TERZO, dal 17 Marzo 2014, ha garantito a Gibuti la sicurezza della base italiana di supporto logistico interforze alle missioni antipirateria "Atalanta" e "Ocean Shield".

 

IL 3° BERSAGLIERI DONA SANGUE A CARBONIA

CARBONIA, 17 FEBBRAIO 2015 - Una raccolta di sangue è stata effettuata nei giorni scorsi dal personale medico del Centro Trasfusionale di Carbonia, nel Presidio Ospedaliero Sirai, grazie alle donazioni dei Bersaglieri del "Glorioso TERZO" della Brigata SASSARI, di stanza nella Caserma "Salvatore Pisano" di Teulada. Il Comando della SASSARI e del TERZO Bersaglieri sono da sempre attivi nel favorire le donazioni che sono  frutto di una solidale e significativa adesione dei militari, a conferma del solido legame esistente tra i “Dimonios” e la comunità del territorio. (photo courtesy ROB).

 

 

PER IL TERZO BERSAGLIERI NUOVA MISSIONE CON EUTM IN SOMALIA

CAGLIARI. 15 FEBBRAIO 2015 - Un plotone del 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI raggiungerà nei prossimi giorni Mogadiscio nell'ambito del contributo italiano alla missione europea EUTM Somalia. Ai bersaglieri del Glorioso TERZO il compito di garantire la sicurezza della base realizzata nell'International Campus situato all’interno dell’aeroporto internazionale di Mogadiscio e partecipare alle attività per l'addestramento delle forze armate somale.

 

IL 3° BERSAGLIERI COMMEMORA 72° ANNIVERSARIO BATTAGLIA NATALE

CAPO TEULADA, 22 DICEMBRE 2014 - Il Glorioso TERZO Bersaglieri ha commemorato oggi il 72° anniversario della Battaglia di Natale (Fronte russo 25-31 Dicembre 1941). Nelle immagini del Luogotenente Sebastiano Soggiu, che ha lasciato il servizio attivo nel TERZO Bersaglieri il 27 Settembre 2013, i momenti salienti della 72a commemorazione fatta dal Reggimento con la rievocazione dei fatti storici da parte dell'82° Comandante del TERZO, Col. Massimo Pecchinotti, anche con la proiezione di un filmato inedito, la celebrazione di una Messa e la deposizione di una corona d'alloro sul monumento ai Caduti. La Bandiera di Guerra del Glorioso TERZO è decorata di due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile.

IL VIDEO SULLA COMMEMORAZIONE DEL 72° ANNIVERSARIO BATTAGLIA NATALE
 

 

TEN. COL. GIANVITO TINELLI AL COMANDO DEL XVIII BATTAGLIONE "POGGIO SCANNO"

CAPO TEULADA, 3 OTTOBRE 2014 - Il Tenente Colonnello Gianvito Tinelli, 41 anni, è il nuovo comandante del XVIII Battaglione "Poggio Scanno" del 3° Reggimento Bersaglieri. L'avvicendamento col predecessore, Ten. Col. Gerardo Secco, è avvenuto durante una cerimonia, presieduta dall'82° Comandante del Glorioso TERZO, Col. Massimo Pecchinotti, nella Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada. Nell'allocuzione pronunciata prima di cedere il comando assunto il 19 Settembre 2013, il Ten. Col. Secco ha ricordato il lavoro svolto dal XVIII "Poggio Scanno" nell'ultimo anno che ha visto l'intensificazione dell'addestramento e la proiezione dei bersaglieri sassarini in operazioni in patria ("Strade Sicure"), all'estero (Afghanistan, Kossovo e Corno d'Africa) e nella preparazione delle attività connesse al nuovo sistema integrato di addestramento terrestre. Nelle foto di Sebastiano Soggiu e in quelle tratte dai fermo immagine del filmato sulla cerimonia i momenti salienti e il saluto del comandante cedente alla Bandiera di Guerra del Glorioso TERZO, decorata di due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile.

 

IL VIDEO COMPLETO SULLA CERIMONIA DI AVVICENDAMENTO
 

 

COL. MASSIMO PECCHINOTTI 82° COMANDANTE TERZO BERSAGLIERI

CAPO TEULADA, 22 SETTEMBRE 2014 - Il Colonnello Massimo Pecchinotti è diventato l'82° comandante del TERZO Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI. La cerimonia di avvicendamento col predecessore Corrado Carlini è stata dedicata alla memoria della Medaglia d'Oro al Valor MIlitare Magg. Giuseppe La Rosa, Caduto in Afghanistan l'8 Giugno 2013, ed è avvenuta nella Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada. L'avvicendamento al comando è stato presieduto dal comandante della SASSARI, Gen. Manlio Scopigno. alla presenza di tutti i comandanti dei reparti della Brigata, di autorità militari e civili e dei Gonfaloni dei Comuni di Teulada e Sant'Anna Arresi. Prima di pronunciare la formula di riconoscimento che ha sancito il passaggio della Bandiera di Guerra del TERZO Bersaglieri, decorata di due Ordini Militari d'Italia, tre Medaglie d'Oro e tre d'Argento al Valor Militare, una d'Argento al Valore dell'Esercito, tre Medaglie di Bronzo al Valor Militare ed una di Bronzo al Merito Civile, alla custodia del Col. Pecchinotti, l'81° Comandante ha tracciato il bilancio dei due intensissimi anni al comando del Glorioso TERZO. Due anni, ha ricordato il Col. Carlini, che hanno visto l'intensificazione dell'addestramento e la proiezione dei bersaglieri sassarini in operazioni in patria ("Strade Sicure"), all'estero (Afghanistan e Corno d'Africa) e nella preparazione delle attività connesse al nuovo sistema integrato di addestramento terrestre. Il Col. Carlini è stato destinato al NATO Rapid Deployable Corps - Italy (NRDC-ITA) di Solbiate Olona dal quale era arrivato a Teulada per dare il cambio al Col. Giacinto Parrotta il 7 Settembre 2012. Per il Colonnello Carlini, originario di Viterbo, quello al TERZO Bersaglieri era stato un gradito ritorno: fu infatti la sua "prima assegnazione" da giovane Ufficiale, con una permanenza di 8 anni al Reggimento. La circostanza si ripete ancora col Col. Pecchinotti che si alternò con il Col. Carlini anche al comando della Terza Compagnia del TERZO Bersaglieri e ora ha assunto il comando del "Glorioso".

 

IL VIDEO COMPLETO SULLA CERIMONIA DI AVVICENDAMENTO
 

 

LA FORMULA DI RICONOSCIMENTO
 

 

IL GRIDO DI BATTAGLIA DEI BERSAGLIERI DELLA BRIGATA SASSARI
 

 

SALUTO 81° COMANDANTE, COL. CORRADO CARLINI
 

 

81° COMANDANTE RECITA LA PREGHIERA DEL BERSAGLIERE
 

 

LA VAIRA DI GIUSEPPE LA ROSA DONATA AL PAPA

REDIPUGLIA, 13 SETTEMBRE 2014 - Anche una delegazione sarda ha partecipato alla celebrazione eucaristica tenuta da Papa Francesco a Redipuglia. I pellegrini sardi sono  stati accompagnati dal cappellano militare don Gianmario Piga, mentre il Comandante del TERZO Bersaglieri della Brigata SASSARI, Col. Corrado Carlini, era accanto alla Signora Concetta, mamma del Magg. Giuseppe La Rosa MOVM, caduto l'8Giugno 2013 in Afghanistan, per consegnare una vaira al Santo Padre. Le foto mostrano la vaira deposta ai piedi della statua della Madonna e, sotto, Mamma Concetta, che va verso l'altare con le offerte. Le foto sono tratte dal video pubblicato sulla pagina FB dell'Esercito Italiano.

 

ROMA, 5 LUGLIO 2014 - Nel pomeriggio del 3 Luglio, una pattuglia del Raggruppamento “ROMA” dell’operazione “Strade Sicure”, è intervenuta per fermare un gruppo di manifestanti che ha tentato di forzare l’ingresso dell’ambasciata afghana nel quartiere nomentano di Roma.
La pattuglia, alle dipendenze del Comando Brigata “Granatieri di Sardegna”, responsabile del Raggruppamento, ha gestito la presenza di circa trenta dimostranti, di nazionalità afgana, fermi davanti all'ambasciata in attesa di essere ricevuti per problemi su documenti e permessi di soggiorno. Dopo una lunga attesa, i cittadini afgani hanno iniziato ad assumere atteggiamenti aggressivi e a strappare avvisi affissi all’esterno dell’ambasciata. Prontamente i militari in servizio di vigilanza, appartenenti al 3° Reggimento Bersaglieri della Brigata SASSARI, di stanza a Capo Teulada, hanno richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine e sono intervenuti con le tecniche di gestione della folla per isolare gli elementi più facinorosi e con la collaborazione di una pattuglia di Carabinieri, giunta sul posto, sono riusciti a ripristinare l’ordine evitando il degenerare della situazione.
Dall’agosto 2008 la Brigata “Granatieri di Sardegna”, rinforzata da assetti di altre unità, partecipa ai 4000 uomini dell’Esercito all’Operazione “Strade Sicure” sulla territorialità della città di Roma, coordinata dal 2° Comando delle Forze di Difesa (2° Fod) di San Giorgio a Cremano, in concorso e congiuntamente alle Forze dell’Ordine a garanzia della sicurezza e prevenzione della microcriminalità nella capitale. Nella foto: bersaglieri di guardia.
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri

 

 

GIUSEPPE LA ROSA (MOVM) RICORDATO A CAPO TEULADA
 

 

IL TERZO BERSAGLIERI DOPO 22 ANNI DI NUOVO IN AFRICA

CAGLIARI, 15 MARZO 2014 - A 22 anni di distanza dalla Missione "Restore Hope" e "Ibis 2" il TERZO Bersaglieri torna di nuovo in Africa. Dal porto di Cagliari, a bordo della motonave Athara della Tirrenia, è partito un plotone di 30 uomini del Glorioso TERZO della Brigata Sassari, diretto a Gibuti, in Africa orientale, dove dal 17 marzo garantirà la sicurezza della nuova base italiana di supporto logistico interforze alle missioni antipirateria "Atalanta" e "Ocean Shield". La missione dei bersaglieri sassarini, oltre a garantire la sicurezza della base, prevede, ha spiegato il Colonnello Corrado Carlini, 81° comandante del TERZO, "attività di carattere addestrativo e formativo" per le forze armate della Repubblica di Gibuti per la stabilizzazione della Somalia. Prima della partenza il Col. Carlini ha donato al comandante del plotone una immagine della Madonna del Cammino, Santa Protettrice dei Bersaglieri.

 

 

 

 
LE FOTO DELLA PARTENZA DAL PORTO DI CAGLIARI

 

 
RASSEGNA VIDEO - TGR SARDEGNA 15/3/2014, EDIZIONE 19:30 -  SERVIZIO DI GIORGIO IACOBONI

 

 

 

 

 

IL LUOGOTENENTE SEBASTIANO SOGGIU LASCIA IL SERVIZIO

CAPO TEULADA, 27 SETTEMBRE 2013 - Il Luogotenente Sebastiano Soggiu, dopo 41 anni con le stellette, ha lasciato oggi il servizio attivo. Nella foto lo vediamo mentre saluta e bacia la Bandiera di Guerra più decorata dell'Esercito, quella del Glorioso TERZO Bersaglieri, ultimo Reggimento nel quale ha prestato servizio. Carrista con la qualifica di meccanico d'artiglieria, il Luogotenente Soggiu negli ultimi 30 anni ha prestato servizio nella Caserma "Salvatore Pisano" di Capo Teulada: 26 anni nel I Battaglione Corazzato del 1° Reggimento Corazzato e, dopo la trasformazione del Battaglione Corazzato in XVIII Battaglione "Poggio Scanno", gli ultimi quattro al TERZO Bersaglieri. Questo giornale e la  Pagina Facebook  devono molto al Luogotenente Soggiu: sue le bellissime foto dei rientri dall'Afghanistan, sue le puntuali e accurate fotocronache di tutti gli eventi che hanno visto protagonista il Glorioso TERZO dall'arrivo della Bandiera di Guerra in Sardegna, il primo dicembre 2009. A Sebastiano Soggiu siamo anche grati per aver tradotto in sardo la preghiera del Sassarino e quella del Bersagliere. E per i suoi canti religiosi in sardo che hanno accompagnato le esequie del Maresciallo Silvio Olla, la funzione in memoria del Maggiore Giuseppe La Rosa e tutte le cerimonie in cui venivano ricordati i Caduti. Grazie Sebastiano!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© 2013-2018 - CON LA BRIGATA SASSARI - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - ALL RIGHTS RESERVED
AUT. TRIB. CAGLIARI N. 9/13 DEL 9 LUGLIO 2013 - DIRETTORE RESPONSABILE PAOLO VACCA

 

 

 

Speciali

 

GIUSEPPE LA ROSA (MOVM)

GIUSEPPE LA ROSA VISTO DA RAIMONDO PICCI

IL MUSEO DEL 3°

Sa mezzus gioventude