BRIGATA SASSARI: CELEBRATO 105° ANNIVERSARIO BATTAGLIA DEI TRE MONTI

SASSARI, 2 FEBBRAIO 2023 - La Brigata SASSARI ha commemorato il 105° anniversario della Battaglia dei Tre Monti, combattuta dal 151° e 152° Fanteria sull'altopiano di Asiago tra il 28 e il 31 gennaio 1918, prima vittoria del Regio Esercito dopo la ritirata di Caporetto. La Brigata SASSARI celebra per questo motivo il 28 gennaio la “Festa di Corpo e delle Bandiere di Guerra del 151° e del 152°", decorate ciascuna della Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia, di due Medaglie d'Oro al Valor Militare e di una Medaglia d'Oro al Valore dell'Esercito.
Dopo tre anni di ricorrenze celebrate a "porte chiuse" per l'emergenza pandemica, la cerimonia nella Caserma Gonzaga, sede del 152° Reggimento Fanteria, si è potuta tenere alla presenza di autorità civili e militari, Associazioni combattentistiche e d'arma. Presenti il prefetto di Sassari, Paola Dessì, il sindaco di Sassari, Nanni Campus, i sindaci del territorio e, tra le autorità militari, l'ammiraglio Enrico Pacioni, comandante del Comando marittimo autonomo ovest (MARINA OVEST), nato il primo settembre 2022 per effetto del riassetto organizzativo della Forza Armata con la riconfigurazione del Comando supporto logistico di Cagliari.
Il 46° comandante della Brigata SASSARI, generale Giuseppe Bossa, ha rievocato i fatti storici, ringraziato gli organizzatori dell'alzabandiera solenne fatto il 28 gennaio a Meolo per iniziativa della Sezione Veneto Ex Allievi Nunziatella, in collaborazione con l'Amministrazione comunale di Meolo e la partecipazione del Circolo Ichnusa di Mestre. Nella sua allocuzione, Bossa ha esortato i Sassarini “a cogliere e interpretare al meglio il senso profondo e autentico dell'anniversario, affinché sia un punto di partenza - ha detto - verso i nuovi impegni e le difficili sfide che la Nazione vorrà affidarci. E' una precisa responsabilità che va assunta con il costante impegno nell’addestramento e nella crescita professionale, per essere sempre pronti a servire la Forza Armata e il Paese e a compiere fino in fondo il nostro dovere in ogni situazione e in qualsiasi contesto”. VEDI VIDEO

ALZABANDIERA SOLENNE A LOSSON DELLA BATTAGLIA PER 105° ANNIVERSARIO TRE MONTI
 

MEOLO (VENEZIA), 28 GENNAIO 2023 - La Sezione Veneto Ex Allievi Nunziatella, in collaborazione con l'Amministrazione comunale di Meolo e la partecipazione del Circolo Ichnusa di Mestre, ha celebrato il 105° anniversario della "Battaglia dei Tre Monti", festa di corpo della Brigata SASSARI, con un Alzabandiera solenne presso il monumento dedicato ai 108 soldati della Brigata SASSARI caduti a Losson della Battaglia. Nelle tragiche giornate della Battaglia del Solstizio, i Sassarini fermarono gli austro-ungarici che avevano varcato il Piave tra Fossalta e Musile e puntavano verso Venezia e Treviso.
Presenti alla cerimonia i sindaci di Meolo, Daniele Pavan, Musile di Piave, Silvia Susanna, rappresentata dall’assessore Luciano Carpenedo, e di Fossalta di Piave, Manrico Finotto, le Associazioni d'Arma del Basso Piave, il presidente della Sezione Veneto dell'Associazione Nazionale Ex Allievi Nunziatella, Boris Mascia, e i componenti della costituenda sezione Associazione Nazionale Brigata Sassari del Basso Piave.
Dopo l'Alzabandiera il presidente Mascia ha portato i saluti del 46° Comandante della Brigata SASSARI, Gen. Giuseppe Bossa, e ha ricostruito i fatti d'arme della Battaglia dei Tre Monti, combattuta dal 151° e 152° Fanteria sull'altopiano di Asiago tra il 28 e il 31 gennaio 1918, prima vittoria del Regio Esercito dopo la ritirata di Caporetto. La Brigata SASSARI celebra per questo motivo il 28 gennaio la “Festa di Corpo e delle Bandiere di Guerra del 151° e del 152°", decorate ciascuna della Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia, di due Medaglie d'Oro al Valor Militare e di una Medaglia d'Oro al Valore dell'Esercito.
IL monumento davanti al quale si è tenuta la cerimonia, è stato inaugurato il 22 giugno 2008, in occasione del 90° anniversario della Battaglia del Solstizio. Nelle lastre marmoree che circondano il cippo centrale, che simboleggia idealmente un nuraghe formato da blocchi di pietra provenienti da varie località della Sardegna, sono riportati i nomi dei 108 Caduti e ricordati gli eventi. "Nelle tragiche giornate del solstizio d'estate 1918 gli intrepidi Sardi della Brigata SASSARI (151° e 152° Reggimento Fanteria) fermarono l'agguerrito invasore che, varcato il Piave tra Fossalta e Musile, incombeva minaccioso su Treviso e su Venezia". PHOTO COURTESY: Sezione Veneto Ex Allievi Nunziatella.

JOINT STARS: VERSO CONCLUSIONE PRIMA FASE ADDESTRATIVA

CIVITAVECCHIA, 18 GENNAIO 2023 - ​​Autorità militari e Comandanti Operativi delle Forze Armate si sono riuniti al Centro di Simulazione e Validazione dell’Esercito (CESIVA) per fare il punto di situazione sulla prima fase addestrativa della Joint Stars 22 (JOST). In questa sede, hanno incontrato il personale militare e gli studenti universitari della LUISS e della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa che dal 13 dicembre scorso sono impegnati in quella che è la fase di pianificazione della più importante esercitazione della Difesa.
Nel corso dell’incontro, presieduto dal Comandante Operativo di Vertice Interforze (COVI), Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, sono stati illustrati i lineamenti e le finalità di questa prima fase della JOST, incentrata sul processo di pianificazione militare che, per la prima volta, ha coinvolto anche i nuovi domini delle operazioni militari, ovvero quello spaziale e cibernetico.
Il Generale Figliuolo si è complimentato con tutto il personale esercitato, che nel corso del briefing ha illustrato il lavoro svolto in modo chiaro e sintetico, senza tuttavia tralasciare alcun settore o branca della pianificazione di un'operazione militare realmente condotta, compresi gli aspetti legali, culturali, politici, della prospettiva di genere e dei rapporti con gli organi di stampa. “Avere qui oggi una platea che è composta non soltanto da personale delle Forze Armate, ma che coinvolge altre realtà vicine alla Difesa, come la Guardia di Finanza, la Croce Rossa, le Capitanerie di Porto, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile e il mondo delle Università, ci fornisce l'occasione di condividere, implementare e mettere in pratica tutti quegli insegnamenti che ci saranno utili in futuro per affrontare l'insorgere di una crisi", ha concluso il Comandante del COVI.
La Joint Stars è il più importante evento addestrativo annuale della Difesa. È un'esercitazione a carattere interforze e inter-agenzia disposta dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, pianificata e diretta dal Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI). Questa prima fase della Joint Stars, che terminerà il prossimo 27 gennaio, consiste in un'attività di tipo Command Post Exercise (CPX) preposta alla verifica delle capacità di pianificazione di uno staff nazionale interforze in operazione di difesa degli spazi aerei, terrestri e marittimi, di sicurezza cibernetica e spaziale, di difesa da contaminazione chimica, biologica, radiologica o nucleare e di contrasto alle minacce derivanti dalle tecnologie emergenti tra cui quelle che coinvolgono l'utilizzo di droni anche sottomarini.
Quest'anno, la Difesa ha voluto rafforzare i già solidi legami esistenti tra le Forze Armate e il mondo accademico, coinvolgendo nelle attività esercitative undici studenti e studentesse provenienti dalla Libera Università Internazionale degli Studi Sociali “Guido Carli" (LUISS) di Roma e dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, che sono stati inquadrati nello staff di pianificazione, coordinato dal Joint Force Headquarters. In questo ambito, hanno operato insieme al personale militare affiancandosi ai cosiddetti advisors o consulenti del Comandante nei settori politico, giuridico e di pubblica informazione.
Per gli studenti dei due Atenei, lo scenario esercitativo e le dinamiche lavorative tipiche di uno staff militare hanno rappresentato un'opportunità per accrescere le proprie esperienze e conoscenze delle missioni e dei compiti che lo strumento della Difesa nazionale garantisce nella sua quotidiana opera a difesa dei cittadini, del territorio dello Stato, degli obiettivi strategici nazionali e di quelli dell’Alleanza Atlantica.
FONTE: COVI - Media Advisor

 

7 GENNAIO "FESTA DEL TRICOLORE": ALZABANDIERA SOLENNE A REGGIO EMILIA

REGGIO EMILIA, 7 GENNAIO 2023 - Nell’ambito delle celebrazioni ufficiali per il 226° anniversario dell'adozione del primo Tricolore, nella centrale piazza Prampolini di Reggio Emilia, si è svolta la cerimonia dell’alzabandiera con schieramento di una compagnia d’onore interforze. Presente il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani che, accompagnato dal Comandante dell’Area Territoriale del Comando Forze Operative Nord dell’Esercito, Generale di Divisione Ugo Cillo, ha salutato la Bandiera di Guerra del 87° Reparto Comando e Supporti Tattici “Friuli” per poi passare in rassegna la compagnia di formazione interforze.
La ricorrenza, che celebra la “Giornata Nazionale della Bandiera" istituita con legge n. 671 del 31 dicembre 1996, rievoca la data in cui, nel 1797, i rappresentanti delle quattro città di Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara, riuniti in congresso nel Palazzo Comunale del capoluogo emiliano, adottarono ufficialmente il Tricolore verde, bianco e rosso come vessillo della Repubblica Cispadana, primo stato sovrano d'Italia.
Tra i simboli della Repubblica, il Tricolore è quello più evocativo della storia e identità nazionali, sublimando i principi e i valori universali di giustizia, uguaglianza e fratellanza, e richiamando, con i suoi colori, le nostre pianure, le nevi delle Alpi e degli Appennini e il sangue versato dai nostri compatrioti per l’unificazione politica della Penisola.
FONTE: SMD - Ufficio Pubblica Informazione

AUGURI COL MEDAGLIERE DEL 9° COMANDANTE DELLA BRIGATA SASSARI, ARMANDO TALLARIGO

CAGLIARI, 1 GENNAIO 2023 - "Auguro a tutti gli Amici della Brigata SASSARI uno splendido 2023, ricordando sempre il filo tricolore che lega Sa Brigata Tattaresa al Rosso Maniero, mostrando, con orgoglio di cercatore e di Ex Allievo, il medagliere di Armando Tallarigo (corso Nunziatella 1878-81), già comandante del 152° Reggimento Fanteria e infine della Brigata SASSARI, da me recuperato quest'anno. Augurios a tottusu de bon'annu nou cun salude e paghe". Lo scrive al nostro giornale il presidente della Sezione Veneto dell’Associazione Nazionale ex Allievi "Nunziatella", dott. Boris Mascia (corso 1986-89).
 Appassionato cercatore di cimeli storici, nel settembre dell'anno scorso Mascia ha fatto dono al Museo della Brigata SASSARI di alcuni documenti relativi a un valoroso ufficiale della XII Divisione SASSARI, il colonnello Giovannino Biddau (Ploaghe 7 aprile 1896 - Campo concentramento Flossemburg 4 aprile 1945). La documentazione, trovata grazie alla passione e all'impegno del presidente Mascia e della Sezione Veneto, è stata consegnata nelle mani del 46° Comandante della Brigata SASSARI, gen. Giuseppe Bossa (anch'egli ex allievo "Nunziatella" corso 1987-90) ed è andata ad arricchire la sezione del Museo della SASSARI dedicata al durissimo impegno nei Balcani della XII Divisione durante la Campagna di Iugoslavia, durata dal 6 aprile 1941 all'aprile del 1943.
Il medagliere di Armando Tallarigo è stato sovrapposto alla copertina del libro di Ferdinando Scala, con prefazione del 28° comandante della Brigata SASSARI, gen. Nicolò Manca, edito da Gaspari nel 2018.

 

 

  © 2023 - CON LA BRIGATA SASSARI - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - ALL RIGHTS RESERVED
AUT. TRIB. CAGLIARI N. 9/13 DEL 9 LUGLIO 2013 - DIRETTORE RESPONSABILE PAOLO VACCA

 

2023

PER ANNO

 

 2022 - 2021

2020 - 2019

2018 - 2017

2016 - 2015

2014 - 2013

2012 - 2011

 

 

 

 

Speciali

liNK UTILI