UNITI NELLA PREGHIERA

 

 

 

 

I SASSARINI E LA MADONNA DEL BUON CAMMINO

 

 

 

DON GIANMARIO PIGA

 

 

 

SEBASTIANO SOGGIU

 

 

 

Father Gérard T. Lagleder  O.S.B.

 

Burkhard Blattner

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Speciali

 

 

Il Glorioso TERZO

 

SLIDESHOW

IGNAZIO CAPPAI

La devozione per il Martire Guerriero Protettore di Cagliari e della Sardegna

I SASSARINI E SANT'EFISIO

La devozione dei Sardi per Sant'Efisio, decapitato a Nora il 15 Gennaio  303 perché si rifiutava di abiurare la fede cristiana che come ufficiale di Diocleziano era stato mandato a perseguitare, si perde nella notte dei secoli. Ma è dal 1657 che a Cagliari si svolge ininterrottamente una solenne processione in onore del Santo in adempimento fatto dalla Municipalità in occasione di un'epidemia di peste che l'an-no precedente uccise più di 10 mila persone. Invocato come Protettore della Città, Sant'Efisio fu chiamato ad intervenire anche nel 1793 per sventare l'invasione della Sardegna da parte della flotta della Francia rivoluzionaria. Da allora il Martire Guerriero è diventato particolarmente caro a tutti i militari che anno dopo anno gli rendono gli onori all'uscita dalla sua Chiesa nel cuore del quartiere storico di Stampace.

Tra gli ex voto per grazia ricevuta donati a Sant'Efisio spiccano numerosissime medaglie donate dai reduci delle due guerre mondiali, Dal 12 Maggio 2011 reliquie del Martire Guerriero, donate dall'Arcidiocesi di Pisa, sono custodite dal 151° Reggimento Fanteria SASSARI nella propria Cappella. Le Reliquie sono state deposte in un reliquario in argento, realizzato dall'orafo cagliaritano Francesco Busonera, consegnato ai Sassarini durante una solenne cerimonia, presieduta dall'Arcivescovo di Cagliari. Sant'Efisio ha poi seguito la Brigata SASSARI nella missione Isaf in Afghanistan dal settembre 2011 all'aprile 2012, confermandosi un Protettore straordinario. In questa pagina del Sito abbiamo raccolto le testimonianze della devozione dei Sassarini per Sant'Efisio.

 
 
 
 
 

DE SA BRIGATA SES PATRONU TI ONORAT SU TEMPIESU
IMPARI A SU SINNIESU SASSARINUS DE CORU BONU
PROTEGGIDDUS DE S'ALTU TRONU O GHERRERI VALOROSU
(di Ignazio Cappai)

Goccius de su gloriosu martiri Sant'Efis
Protettori poderosu
De Sardigna speziali
Rit.: Liberainosi de mali
Efis martiri gloriosu.

In Elia Nascieis
Accanta de Antiochia
E donau a idolatria
Finzas a trint' annus biveis
A su tempus, chi moveis
Contra Sardigna orgogliosu.

A su imperiu Soberanu
A su tronu, raju e luxi
Bieis in s'aria una cruxi
E un atera in sa manu
Aturdiu a bonu mengianu,
Parteis meda paurosu.

Isciendi s'Imperadori
Custa santa mutazioni
Iscrit a si ponni in presoi
Cun ira, rabbia e furori,
Ma s'Angelu de su Signori
Si visitat quidanosu.

Giuliu iniquu Presidenti
Cumandat chi a bastonadas
In palas bostas sagradas
Si seghint incontinenti
E postu in mesu a sa genti
Siais oggettu bregungiosu.
No cuntent'a custas penas
Cussu iniquu Presidenti
Cun puntas de ferru callenti
Si raschiat nerbius e venas
Cun respiru essendo apenas
Su corpu bosu diciosu.

Su sucessori Flavianu
Pustis de setti turmentos
Inumanos e sagrientus
Si cundennat pro Cristianu
E bosu allirgu e uffanu
Abbrazzais sa morti diciosu.

Custu barbaru inflammau
A vista de tanti passienzia
Si fulminat sa sentenzia
D'essi in Nora degogliau
E de su Xelu animau
Offreis su zugu preziosu.

Sa devota cavalleria
Si acclamada protettori
chi siais intercessori
Luxi santa e segura via
Pregheis Deus e Maria
Po su celesti riposu.

De Casteddu Appassionau
Sempri siais difensori
Sighei a essiri intercessori
Efis martiri sagrau
 

 

 

 

IL MUSEO DEL 3°

Sa mezzus gioventude

© 2013 - CON LA BRIGATA SASSARI - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - ALL RIGHTS RESERVED
AUT. TRIB. CAGLIARI N. 9/13 DEL 9 LUGLIO 2013 - DIRETTORE RESPONSABILE PAOLO VACCA