SASSARI, 1 DICEMBRE 2017 - Per la prima volta nella sua centenaria storia la Brigata SASSARI si troverà a dover operare contemporaneamente in quattro diverse missioni. Il Comando Brigata, il 152° Fanteria con aliquote del 5° Guastatori e del Reparto Comando e Supporti Tattici, saranno in Afghanistan. Il 151° Fanteria sarà in Iraq, il TERZO Bersaglieri guiderà la task force a protezione dell'ospedale militare in Libia. E infine aliquote dei reggimenti della SASSARI continueranno a dare il loro apporto all'Operazione "Strade Sicure.
Nella Caserma “Gonzaga” di Sassari, sede del 152° Fanteria, si è svolta la cerimonia di saluto a militari in partenza. Sulla piazza d'armi si è schierato un reggimento di formazione, al comando del Col. Francesco Matarrese, 59° comandante del 152°, che, sulle note della Banda della Brigata SASSARI, ha reso gli onori alla Bandiera di Guerra del 152°, decorata di un Ordine militare d'Italia, due Medaglie d'Oro al Valor Militare e una Medaglia d'Oro al Valore dell'Esercito.
La cerimonia è stata presieduta dal Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, 37° comandante della SASSARI, accompagnato dal Comandante della Divisione ACQUI, Generale Antonio Vittiglio, presenti il sindaco di Sassari, Nicola Sanna, il presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Gianfranco Ganau e le più alte autorità civili, militari e religiose della Regione Autonoma della Sardegna, a testimonianza del legame esistente tra la SASSARI e l'Isola. Nelle allocuzioni del 43° comandante della Brigata SASSARI, Gen. Gianluca Carai, e del Gen. De Leverano è stato trateggiato il quadro complessivo delle missioni affidate ai Sassarini. Il comando del Train Advise Command (TAAC-WEST), a Herat, nella regione ovest dell’Afghanistan, sarà affidato alla SASSARI a partire dalla seconda metà di dicembre, nell’ambito della missione NATO Resolute Support (RS). L’unità isolana schiererà nell’area, oltre al Comando della Brigata, anche il 152° Reggimento Fanteria “Sassari” e componenti sia del 5° Guastatori di Macomer che del Reparto Comando e Supporti Tattici “Sassari”, unitamente al concorso di altre unità specialistiche dell’Esercito. L’operazione Resolute Support ha il compito di fornire un concreto contributo alla stabilizzazione dell’area ed è incentrata sull’addestramento, consulenza e assistenza a favore delle Forze Armate e delle istituzioni afghane.
Il 151° Reggimento Fanteria “Sassari” di Cagliari avrà la responsabilità della Task Force “Praesidium”, l’unità che protegge la diga di Mosul in Iraq. L’importanza della diga, la più grande dell’Iraq, è fondamentale per l’intera area e per l’assetto strategico dello Stato medio-orientale. L’infrastruttura garantisce infatti l’approvvigionamento idrico alla popolazione irachena e un suo sabotaggio metterebbe a rischio la vita di buona parte degli abitanti della regione e implicherebbe una seria minaccia allo sviluppo e all’economia di tutta l’area.
Il 3° Reggimento Bersaglieri, di stanza a Capo Teulada, assumerà invece la guida della Task Force impegnata nella missione “Ippocrate” a Misurata, operazione italiana che vede schierato in Libia un ospedale da campo, necessario a fornire assistenza sanitaria nell’ambito della collaborazione e del supporto umanitario fornito dall'Italia al popolo libico.

I VIDEO

  1

  2

  3

  4

© 2017 - CON LA BRIGATA SASSARI - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - ALL RIGHTS RESERVED
AUT. TRIB. CAGLIARI N. 9/13 DEL 9 LUGLIO 2013 - DIRETTORE RESPONSABILE PAOLO VACCA

 

LA CERIMONIA DI SALUTO AI SASSARINI